regolamentazione passeggio animali sul suolo pubblico
Stato: Concluso

non e' tollerabile la maleducazione di chi portando a spasso il proprio animale gli fa fare i suoi bisogni tranquillamente anche davanti agli ingressi delle case altrui senza sentirsi in dovere di pulire. anche questa mattina davanti al cancello di ingresso della mia proprietà' in via andretto troneggiava una bella m... ! ma, il fatto che mi fa arrabbiare ancora di più', visto il buio in cui viene lasciata la parte di via davanti a casa mia con lo spegnimento del lampione, è che ieri sera con i bidoni del multi questa bella m.... è stata strascicata e una buona parte si è spiaccicata sotto al bidone stesso. ora il bidone sporco della m... di qualche animale innocente di padrone st.... me lo devo ripulire io!!!!! è mai possibile che non si riesca a trovare una soluzione a questo problema? corestini franca
Ufficio di riferimento:Segnalazioni
Telefono: 0442647211
Email: paola.gonzato@libero.it
Personale di riferimento:Gonzato Paola
Ruolo: Vicesindaco ed Assessore ai tributi, cultura e tempo libero, politiche sociali e famiglia, pari opportunità, attività economiche e produttive

Comunicazioni
  • 05/03/2015
  •  Amministrazione:


  • Gent.ma Franca. 
         Sono solidale con lei nel denunciare questi comportamenti che è riduttivo definire maleducati. Sull'argomento come Amministrazione abbiamo addottato molti accorgimenti volti a sensibilizzare coloro che portano a "passeggio" i loro cani nella speranza che questi tengano un comportamento rispettoso delle norme e del decoro del paese.
         L'Amministrazione comunale ha adottato un apposito regolamento, ha diffuso le norme comportamentali in modo molto capillare, nel 2011/2012 i Vigili Urbani sono stati incaricatidi effettuare controlli saltuari per verificare se gli accompagnatori dei cani erano in possesso dei appositi sacchetti di plastica per la raccolta delle deiezioni. Erano anche stati installati molti cestini finalizzati alla raccolta delle deiezioni canine che però in poco tempo sono stati divelti.
         Purtroppo, è mia convinzione che il rispetto dell'ambiente ed il senso civico viene acquisito, prima di tutto, nell'ambito della famiglia e della scuola, per questo stiamo favorendo percorsi di cultura ambientale per i bambini della scuola primaria.
        Tuttavia, farò il possibile per una maggiore sensibilizzazione e controllo sperando in risultati migliori.
         Per quanto riguarda lo spegnimento, in determinate ore della notte, di alcuni lampioni delle pubblica illuminazione rientra in un piano di risparmio energetico imposto dalle varie Leggi Finanziarie.
         Cordiali saluti.


                                                                                         L'Assessore ai Lavori Pubblici-Urbanistica-Ecologia.
                                                                                                             Gianni De Putti